Business

Anche i reali inglesi puntano sul brand

Uni dei fatti di cronaca che riempie tutti i quotidiani ed i tabloid inglesi è certamente la vicenda dei duchi di Sussex, che hanno deciso di staccarsi ufficialmente dalla casata regnante inglese. Di conseguenza uno dei primi passi che hanno dovuto intraprendere è stato quello di registrare un marchio per aprire il nuovo ciclo.

Su qualebrandhanno puntato i duchi del Sussex?

Vista la loro fama e reputazione, la scelta del brand Sussex Royal si è rilevata francamente piuttosto scontata, vale a dire la registrazione marchio non ha certamente brillato per originalità e fantasia. Ovviamente, la necessità di accostare le prossime loro attività a qualcosa che risaltasse facilmente identificativo dal grande pubblico, ha fatto si che la scelta ricadesse su un brand facilmente memorizzabile dagli utenti ma, al tempo stesso, risultasse piuttosto descrittivo e generico. Non sono ancora stati resi pubblici l’eventuale presenza di loghi, disegni a corredo del brand, ma siamo certi che a breve potremo tornare sull’argomento.

Come verrà sfruttato ilbranddei duchi del Sussex?

Supponiamo che la fondazione già operativa continui nella sua attività di raccolta fondi per le varie iniziative umanitarie. Di conseguenza, riteniamo che il business principale del suddetto marchio registrato continui ad incentrarsi sulle principali attività filantropiche già in essere e che possa, al tempo stesso, allargarsi alle attività collaterali. Non possiamo escludere che il suddetto brand possa essere ceduto in licenza a terze organizzazioni, visto e considerato che l’uscita dalla royal family comporterà certamente la necessità di reperire maggiori fondi, visto il venire a mancare dei fondi messi a disposizione dalla monarchia inglese fino ad oggi.

Dove verrà sfruttato ilbranddei duchi del Sussex?

Indubbiamente nel Regno Unito ma anche in Canada, nazioni nelle quali dovrebbe incentrarsi l’attività dei duchi del Sussex, quindi, è ragionevole ritenere che laregistrazione di un marchio avvenga celermente nelle suddette due nazioni d’interesse. A nostro avviso, è ragionevole ritenere che in seguito il suddetto brand possa essere esteso anche in diversi Paesi, compresi quelli africani, visto e considerato che i duchi del Sussex hanno dimostrato in diverse occasioni di prediligere viaggi ed attività in Botswana e non solo.

Quali investimenti per ilbranddei duchi del Sussex?

Uno degli aspetti che diverrà certamente cruciale per i duchi sarà quello di comprendere dove e quando registrare marchio. Infatti, la fama e la reputazione di cui godono i reali inglesi, anche alla luce delle recenti vicende che li hanno visti protagonisti, dovrà sensibilizzarli a tutelare quanto prima e nei maggiori Paesi possibili, prima di ritrovarsi a dover fronteggiare i possibili episodi di contraffazione e di plagio che potrebbero giungere da parte di terzi soggetti. Ecco perché servirà un’attenta valutazione del quanto costaregistrare un marchio, a meno che non si propenda depositare tutta una serie di marchi difensivi, vale a dire quel genere di brand che vengono depositati con il solo fine di perimetrare e circoscrivere il più possibile la tutela del proprio brand, prescindendone così dall’uso effettivo.

Conclusioni

Nel corso dei prossimi mesi certamente ritorneremo sulla questione, visto e considerato che è ragionevole attendersi sviluppi e novità significative per una vicenda che sta certamente catalizzando l’attenzione dei mass media e del grande pubblico.

Il contenuto originale è postato su … https://www.ufficiobrevettimarchi.it/blog-post/anche-i-reali-inglesi-puntano-sul-brand/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *